Mandela in the Age of Drones

Predator_and_HellfireBeyond the headlines surrounding the passing of Nelson Mandela lies another story. Before overseeing the historic transition of power heralding majority rule in South Africa, Mandela led Umkhonto we Sizwe, the militant wing of the African National Congress which was labeled a terrorist organization by the United States. The Central Intelligence Agency is suspected to have played a role in his arrest, having invested more resources in countering the African National Congress and other anti-apartheid movements than did South Africa’s own security services. It devotes a similar level of attention today to Pakistan, Yemen, and Somalia, where it has deployed drones to eliminate targets who are suspected of terrorism based on their patterns of behavior.

The United States Government’s public justification for drone warfare was defended by the current CIA Director and then top Presidential counterterror aide John Brennan, who argued that drone strikes are legal, ethical, and wise. The first two of these points are up for debate, but using targeted strikes against suspected terrorists is widely considered to be wiser, safer, and less expensive than attempting to capture suspects and bring them to justice. Brennan noted that the primary purpose of these strikes is not to punish targets for past actions, but to “mitigate an actual ongoing threat.” It is likely that the threat Mandela presented to one of the United States’ Cold War allies would have easily passed Brennan’s threat mitigation test for using drone strikes.

If the “ongoing threat” of Nelson Mandela and Umkhonto we Sizwe were mitigated through drone warfare, the world would have lost a monumental force for justice and reconciliation. Majority rule would have likely been delayed. Although Mandela was already a prominent nationalist figure and common sense indicates that martyring him would have been catastrophic for the apartheid government, the possibility of the death penalty for Mandela lingered over the Rivonia trial and was only narrowly averted. Officials in the apartheid government wanted him dead, and the ease and speed of extrajudicial drone killings would have provided a convenient path towards that objective. Therefore, it is also likely the strike would have been carried out with the full support and cooperation of the South African government.

Passing the United States’ minimal tests for executing suspects via Hellfire missiles, as well as fulfilling the wishes of the South African government and many officials in the United States’ government, it is very likely that Mandela would have been targeted and killed by drone strike if the technology were available at the time. Thankfully, this was not the case, and we are all fortunate for it.

However, today’s governments often do have the power to condemn suspects to death without trial by classifying them as enemy combatants, as the United States has routinely done with minimal uproar or surprise. While the lack of transparency surrounding the United States’ targeted killings makes these figures impossible to verify, the Bureau of Investigative Journalism’s running tally of reported drone strikes estimates that since 2004, United States drones have killed between 2,812 to 4,061 people in Pakistan, Yemen and Somalia. Anywhere from 437 to 1,022 were civilians, including 173 to 205 children.

The peaceful passing of Nelson Mandela should be a time to rethink John Brenner’s accepted wisdom of targeted killings and examine the effects of the Obama administration’s strategy of employing them to deal with perceived threats. Mandela emerged from apartheid as a renowned leader and voice for reconciliation. The drone strategy has been responsible for silencing would-be voices for peace, notably those of the Ali Jaber family members who were incinerated by drone missile while attempting to meet with members of Al Qaeda to dissuade them from violence. There was no effort to determine who was present at the meeting and no acknowledgement of the error from the Obama administration, only an apology phone call from a Yemeni official. This case does not exist in isolation, evidenced by the many botched strikes found throughout the 2012 Stanford/NYU report, Living Under Drones. These attacks include a Hellfire missile strike which targeted a bus depot and killed 42 people, many of them civilians.

It is unconscionable that the same administration which heaps praise upon the memory of Nelson Mandela shows this disregard for human life. The next time a politician or official lines up to honor his legacy, they should reconsider their role in stamping out the legacies of the future.

Brian Haupt is a writer who taught primary school in the Cape Flats of South Africa and received his MA in International Affairs from American University, where he studied human rights and governance in Sub-Saharan Africa. He can be found on Twitter @bdhaupt.

  • rischigolpeineuropa

    In Via Sciesa al civico 29, ed altrove, a Busto Garolfo, in Provincia di Milano, Italia, ci sono terroristi [ parte di un'associazione a delinquere, in accordo con compagnie di telecomunicazioni, apparati militari, industrie farmaceutiche e chimiche, criminali infiltrati in Testimoni di Geova ed altre minoranze, diverse Mafie, società di biotecnologie, bioingegneria, esperti in biofisica, biochimica, società di nanotecnologie, società che producono armamenti, professionisti vari tra i quali avvocati e contabili, neurologi e psicologi, ingegneri e tecnici anche del suono ed informatici, fotografi e gestori di centinaia di blog, politici, infiltrati nelle forze dell'ordine e P.A., adepti di sette esoteriche, individui loschi inseriti in Club e Logge, quali Rotary e Lions, sette transumaniste e del culto della morte (come le Bestie di Satana ed altri, dipendenti di servizi d'INTELLIGENCE e sicurezza, privati e pubblici), criminali assassini infiltrati e nascosti tra le fila di fedeli di religioni più note ] che approntano, testano, sviluppano, sistemi per il controllo della volontà delle persone, per la creazione di malanni alle persone, per la generazione di danni alla salute ed alle apparecchiature elettroniche, mediante armi elettromagnetiche, suoni infrasuoni ed ultrasuoni, ipnosi a distanza e SCRIPT (o simili) durante il sonno, telecomunicazioni (forse usano anche evoluzioni dell’effetto frey), composizioni di interazioni sulle vittime, di CEM ed onde EM da più sorgenti, per influenzare il metabolismo e la salute del corpo e del sistema nervoso. Violano le identità, forse sono anche collusi con estremisti idolatori di culti deviati della reincarnazione (o più probabilmente criminali infiltrati tra gli individui di culti orientali, allo scopo di fare ricaderela colpa ancora sulle minoranze). Trattano in prostituzione usano escort e trattano esseri umani, costruiscono e condizionano la vita delle cavie umane per metterle a tacere. Rovineranno il mondo, sono affini ad una rete di gruppi simili, che come obiettivo ha la depopolazione mediante caos e malattie, plagio, disinformazione, corruzzione. Hanno a che fare con molti casi di cronaca nera.

    L’associazione criminale, od un’altra che opera in Busto Garolfo, potrebbe essere (stata) dotata di strumentazione che è in grado di produrre effetti in modo selettivo su determinate regioni di spazio ed in funzione di quanto è ivi presente.
    Sfruttano l’interazione tra campi (od onde) elettrici – magnetici e determinate strutture della biologia (DNA, molecole) e della fisica in genere.
    Sfruttano strumenti che generano queste radiazioni e campi in modo tale da poter controllare la rotazione dello spin dei “fotoni” (fotone-antifotone, definito come due fotoni identici ma di intensità, rotazione, polarizzazione opposta, la differenza rispetto allo stato precedente, quello in assenza del campo o radiazione aggiunta), sfruttano la capacità di fare variare l’inclinazione attorno ai tre assi cartesiani dell’asse di polarizzazione, sfruttano la variazione d’intensità attorno al campo statico od onda “statica”, rilevano (o sfruttano per indurre altri effetti) la radiazione ed il campo riemesso in seguito all’eccitazione del DNA e molecole interessate (“prese a bersaglio”).
    Usano onde lunghissime, di modo da determinare la propagazone dell’effetto nel modo più veloce possibile.
    “Caricano” le molecole di DNA in modo selettivo in base alla “coltura” cellulare propria di ogni tessuto ed in funzione della variazione temporale di sviluppo cellulare, così da individuare regioni del corpo precise, applicano aggiuntivi campi od onde EM per modificare lo stato delle molecole (potendo tra l’altro ottenere la “risposta” determinata dalla diseccitazione della molecola interessata, in teoria permettendo di conoscere lo stato eccitativo delle singole cellule del sistema nervoso centrale e periferico).
    Possono indurre effetti distorsivi nel pensiero, generare interferenze che rendono più difficoltoso il pensare, più lento, possono indurre tremori o farli percepire, possono danneggiare le catene cellulari, possono generare malattie, impedire reazioni chimiche, danneggiare la struttura di cristalli sollecitati dalle forze determinate dalla gravità, dalla interazione e vibrazione “reciproca” delle energie dello spazio.

    Sono coinvoltte molte persone, operano, cercando gruppi di vittime, con il concetto di dividere ed imperare, di isolare, stremare, cercano di portare al suicidio chi cerca di segnalare (forse in preda al loro delirio se ne rendono ormai poco conto perchè abituati cosi, ciò non toglie che debbano essere fermati e pagare) cercano di ottenere quanti più guadagni possibile, usando professionisti e facendo pianificazioni per fare passare in torto le vittime.

    Creano danni e malanni per guadagnare dalle cure finchè le cavie-vittime sono in vita, guadagnano dalla pubblicità, dal raccontarie storie incredibili, dalla stretta di accordi con altri gruppi criminali mediante la vendita di sistemi, scambio di metodi, immagini, vittime, guadagnano dagli intermediari tra le società criminali e loro, guadagnano dal rovinare la vita alle vittime.

    Sono associazioni a delinquere che diffonderanno, chimica e tecnologie a campo EM per danneggiare costantemente la salute, tecnologie che verranno presentate, con plagio, come sistemi per migliorare la qualità della vità, quand’invece sono dannose. Chimica e tecnologie che probabilmente verranno usate, all’insaputa delle vittime, in abbinamento con sistemi complessi creando quei malanni e necessità che servono, ai criminali e collusi, per spolpare, di soldi ed averi, i creduloni: danneggiando e beffandosi delle vittime ignoranti della truffa; sistemi non placebo, ma dannosi, sistemi che, nemmeno vi accorgerete che staranno utilizzando su di voi (in quanto verranno implementati nel lungo periodo con influenza crescente sulla vostra salute), e che “vi faranno guarire” solo quando i criminali non li useranno più su di voi, ovvero sia quando gli stessi criminali vi indicheranno delle “presunte cure”, queste si placebo.

    Cimica e tecnologia criminale che verranno diffuse in concomitanza allo sviluppo di nuove, queste sì, reali cure, così da confondere e rendere difficile l’identificazione delle cause dei danni.
    Sistemi per sottrarre soldi a Persone e Collettività, agli Stati, alle finanze pubbliche. Sistemi per privatizzare, rendere inefficienti gli apparati Statali, privatizzare, dividere la popolazione, gerarchizzare, togliere potere, benessere e benavere ai più, per dare ai meno, che già sono drogati di potere.

    Svegliatevi! c’è bisogno di partigiani del Bene contro gli idolatori della prevaricazione, del danaro, della scienza.

    La scienza ed il mercato sono uno strumento non il fine, la scienza loro porta solo alla fine.

    Sono persone che costruiscono, anche per evadere ed eludere il fisco, situazioni dove si dipingono migliori di quello che sono, si dipingono, usando la rete criminale che contempla anche esperti in pubbliche relazioni o dipendenti di agenzie pubblicitarie o d’informazione, come persone insospettabili. Usano forse criminali noti che saranno poi capri espiatori qualora le cose andassero per il peggio.

    Data la posizione alcuni tra i coinvolti vittime o carnefici, sono: Denti, Rossana, Pedretti, Balzan, Vignati, Bignami, Torre, Mammone, Dell’Acqua, Pizzo, Inguanti, Pisoni, Pinciroli, Raimondi, Zanzottera, Sana, Capra, Caprarulo, Parotti, Vizzini.

    Andrea Dell’Acqua (B.G. V. P.M.40)